fbpx
skip to Main Content
+39 3479906393
Il Parco Di Tor Fiscale E Le Sue Meraviglie

Il Parco di Tor Fiscale e le sue Meraviglie

Il Parco di Tor Fiscale: un gioiello sospeso fuori dal tempo, al confine tra la Città Eterna e la Campagna Romana.

Un luogo incantato dove ciascuno può trovare la sua dimensione. Una passeggiata al tramonto, un pranzo in famiglia, una gita in bicicletta all’ombra degli antichi Acquedotti che s’intrecciano sotto la maestosa Torre del Fiscale. E molto altro ancora.

Al Parco di Tor Fiscale ce n’è davvero per tutti. Andiamo a scoprirne la storia e i segreti!

parco torre del fiscale

La Torre del Fiscale e il profilo dell’Aqua Marcia che si snoda all’interno del Parco puntando verso il centro della città (immagine tratta da Google Maps)

Il Parco di Tor Fiscale nel cuore del Parco Regionale dell’Appia Antica

Incastonato tra la Via Tuscolana e la Via Appia Nuova, all’altezza del Quadraro, il Parco di Tor Fiscale è una delle articolazioni del Parco Regionale dell’Appia Antica, istituito nel 1988 per tutelare i complessi archeologici e il patrimonio paesaggistico di un territorio unico al mondo.

Parliamo di un area di 4.500 ettari (!), i cui confini si sono allargati nel tempo fino a ricomprendere la Via Appia Antica e le sue adiacenze per un tratto di 16 km, il Parco della Caffarella, le Tombe della Via Latina, il Parco degli Acquedotti, la Tenuta di Tormarancia, la Tenuta Farnesiana, le aree del Divino Amore, Falcognana, Mugilla…e, ovviamente, il Parco di Tor Fiscale.

parco tor fiscale mappa

Il Parco di Tor Fiscale si trova ad est del Parco della Caffarella e subito a nord del Parco degli Acquedotti, cui è collegato da un sentiero pedonale

Gli abitanti del quartiere Appio-Tuscolano, e i Romani tutti, sono orgogliosi di questi tesori e si sono battuti fin dal dopo-guerra per preservarli dalla minacciosa avanzata di quella speculazione edilizia che tanto ha segnato il quadrante sud-orientale della città, e non solo.

Abbiamo già parlato nel nostro blog del bellissimo Parco degli Acquedotti; oggi vi portiamo a conoscere il Parco di Tor Fiscale, e con la Primavera scopriremo insieme le altre meraviglie del Parco dell’Appia Antica!

parco di torre del fiscale

Le grandi arcate dell’Aqua Marcia attraversano il Parco di Tor Fiscale per tutta la sua lunghezza

La Torre del Fiscale a presidio della Campagna Romana

Il Parco di Tor Fiscale (o Parco di Torre del Fiscale) si estende per 11 ettari ed è collegato al vicino Parco degli Acquedotti, di cui sembra costituire una propaggine, o -meglio- un avamposto, vista l’imponente presenza della Tor Fiscale che domina l’area da quasi mille anni.

la torre del fiscale

La Torre del Fiscale si erge al confine meridionale del Parco

Ma a che serviva questa Torre? E a cosa è legato il suo strano nome?

La Torre del Fiscale (meglio nota come “Tor Fiscale”, perchè i Romani amano sempre accorciare i nomi!) risale al XII-XIII secolo e fu costruita per il controllo dei possedimenti di una ricca famiglia dell’epoca.

Era una cosa comune durante il Medioevo a Roma -e nello Stato Pontificio in genere- costruire queste strutture para-militari.

Il territorio, infatti, non era ancora del tutto controllato da un’autorita politica centrale, ma piuttosto diviso in aree di influenza di numerose famiglie “baronali”, che esercitavano il loro potere sulle popolazioni locali con ampia discrezionalità, che sfociava spesso nell’arbitrio.

Le costruzioni civili e agricole si confondevano spesso con quelle militari e nel 1200 solo a Roma si contavano oltre 200 torri, isolate o annesse a fortificazioni più ampie.

torre fiscale

Quest’altra immagine tratta da Google Maps ci permette di apprezzare le “fondazioni” della Torre, ossia le arcate dell’Aqua Claudia sovrapposte e quelle dell’Aqua Marcia. Il tutto circondato da un abitato moderno che si è sviluppato negli anni senza molto controllo

Ecco, la cosiddetta Torre del Fiscale era proprio una di queste torri; possente architettura militare, ma principalmente al servizio dell’agricoltura.

Alta oltre 30 metri, la Torre permetteva di controllare terreni che si estendevano per centinaia di ettari nell’area strategica tra la Via Latina e la Via Appia, oltre che rappresentare un prestigioso status symbol per la casata che la possedeva.

Nel corso dei secoli La Torre passò di mano in mano tra diverse famiglie, finchè nel ‘600 fu acquistata da Filippo Foppi, tesoriere pontificio “fiscale”. Ecco svelato il mistero del curioso nome della Torre e del Parco…”del Fiscale”!

tor fiscale

La Torre, costruita principalmente in blocchi di tufo, è stato oggetto di lavori di consolidamento negli ultimi anni, ma purtroppo non è ancora accessibile al pubblico

La poesia degli antichi Acquedotti di Roma

La nostra Torre del Fiscale sorge nel punto di intersezione tra due dei più maestosi Acquedotti dell’antica Roma: l’Aqua Marcia e l’Aqua Claudia.

La Torre domina il paesaggio, ancora oggi caratterizzato da vigneti, orti e ampi prati. Sullo sfondo si scorge il profilo degli Appennini e dei Castelli Romani. L’effetto d’insieme è davvero unico.

vigneto tor fiscale

Il Parco di Tor Fiscale mantiene un aspetto rurale, nel rispetto dell’identità del territorio in cui è sorto

All’ingresso del Parco il visitatore è immediatamente trasportato in una dimensione fuori dal tempo, dove i resti degli antichi Acquedotti si rincorrono nella campagna romana, a pochi passi dall’abitato.

aqua marcia parco tor fiscale

Gli archi dell’Aqua Marcia si prestano anche come porte da calcio!

I bambini giocano a pallone all’ombra di possenti archi. Gruppi di amici si rilassano sul prato. I più sportivi vanno di corsa o pedalano in bicicletta. Gli innamorati passeggiano al tramonto.

Il Parco pullula di vita e in Primavera esplode in un tripudio di colori.

Le attività e le strutture del Parco di Tor Fiscale

Lasciamo un pò da parte la storia e la poesia del Parco di Tor Fiscale e concentriamoci adesso su qualche consiglio pratico!

Proprio all’ingresso di Via dell’Acquedotto Felice si trova il Casale-Museo del Parco, gestito dall’Associazione Onlus La Torre del Fiscale.

Il Casale è dotato di un Info-Point e di un Noleggio Bici per grandi e piccini. Dai locali del Museo, su prenotazione, si può accedere ad una preziosa sala ipogea di epoca romana.

Casale Museo di Tor Fiscale

La splendida mimosa in fiore accanto al Casale-Museo di Tor Fiscale

A breve distanza dal Casale-Museo si trova il grazioso punto di ristoro Casale del Fiscale, dove si può godere di una spaziosa caffetteria all’aperto e di una zona destinata alla ristorazione vera e propria, normalmente aperta nel week-end.

caffetteria casale del fiscale

La caffetteria-ristorante del Casale del Fiscale mantiene i tratti architettonici del tipico casale agricolo della campagna romana

Da qui partono poi i percorsi che collegano il Parco di Tor Fiscale al vicino Parco degli Acquedotti; itinerari che si possono percorrere piacevolmente sia a piedi che in bicicletta.

Infine, per chi volesse organizzare una visita guidata del Parco di Tor Fiscale e del vicino Parco degli Acquedotti, vi invitiamo a contattarci per un tour privato e personalizzato al 100% sulle vostre esigenze.

Preparatevi a scoprire le meraviglie di un Parco che non ha eguali al mondo!

Tutte le informazioni per visitare il Parco di Tor Fiscale:

  • INGRESSI PRINCIPALI: Via dell’Acquedotto Felice 120; Vicolo dell’Acquedotto Felice 459
  • COLLEGAMENTI: La zona è ben collegata con il centro città e può essere raggiunta facilmente in auto o in metropolitana (Metro A, fermate Arco di Travertino o Porta Furba)
  • WEBSITE: www.parcoarcheologicoappiaantica.it/luoghi/torre-del-fiscale/

il grande prato del parco di tor fiscale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top
WhatsApp WhatsApp us